Miguel Hidalgo

hidalgoEsasperato dall’inasprimento fiscale determinato dalle guerre europee del XVIII secolo e dalle vicende napoleoniche, il Messico fu l’unico paese dell’America latina in cui l’iniziativa rivoluzionaria non partì dai creoli ma dalle masse: i primi moti antispagnoli furono guidati, nel 1810, da un prete del basso clero di Dolores, Miguel Hidalgo y Castilla, che si pose alla testa dei peones instaurando un governo popolare a Guadalajara. L’esempio fu seguito dagli indios della Sierra Madre del Sud, guidati da José María Morelos, che il 6 novembre 1813 proclamò a Chimpalcingo l’indipendenza e la repubblica. I due moti furono spietatamente repressi dalla ricca aristocrazia creola, che si rese conto della necessità di non lasciarsi scavalcare dal popolo e di assumere l’iniziativa.