Benvenuti nel VIAGGIO FOTOGRAFICO di Giovanni Formisano

Patagonia

Dopo l’ultimo vuoto… il silenzio; un silenzio assordante come direbbe qualcuno, interrotto solo da qualche colpo di tosse o dai lamenti di qualche ragazzino che ancora non si è ripreso dallo spavento. Questo silenzio dura fino alle 11.10 locali, quando tocchiamo terra; un applauso liberatorio ci restituisce sorriso e parola…

…la giornata è piacevolmente ventosa e nulla fa presagire quello che di li a poco succederà; senza il benché minimo preavviso il vento cresce di intensità provocando una tempesta di sabbia che copre il cielo e riduce la visibilità a pochi metri. Una sabbiatura in piena regola; scene apocalittiche con le persone piegate per offrire meno superficie al vento, nebbia color ocra dal quale a sprazzi fa capolino qualche raggio di sole, cespugli piegati e fantasmini alti poco più di mezzo metro che ti circondano e che mantengono la loro eleganza nei movimenti anche in queste condizioni…

Diario <> <> Photogallery