Camaguey

25 novembre 1993, giovedì

3403Quest'oggi si va da Camaguey a Villa Clara. Si alternano pianure e colline; oltre la solita vegetazione e coltivazione qui si notano numerosi pascoli con mandrie allo stato brado, o quasi, accuditi da persone a cavallo che sembrano tanti cowboys americani con le sole differenze che al posto della Colt hanno il machete e come cappello usano una paglietta a falde larghe rivoltate ai lati.
Villa Clara é la provincia in cui c'è la città di Santa Clara; fu fondata alcuni secoli addietro dai ricchi che abitavano sulle coste vicine che intendevano cosi sfuggire agli attacchi pirateschi. E' divenuta famosa perché sede della battaglia decisiva contro Batista; l'esercito di quest'ultimo ormai spinto e confinato nella parte orientale del paese aspettava i rinforzi per partire al contrattacco. Uomini, armi e munizioni furono mandati dall'Avana con un treno blindato; il treno qui fu attaccato e fatto deragliare dagli uomini comandati dal generale Che Guevara. La battaglia durò quattro giorni; il 1° gennaio 1959 Batista lasciò Cuba e... trionfò la Rivoluzione.
Per ricordare questo evento è stato costruito recentemente un grande monumento al Che combattente con sotto un museo che raccoglie foto e oggetti significativi dell'epoca. Alcuni del vagoni del treno blindato sono conservati in uno spiazzo accanto alla ferrovia appena fuori città, ma non nel punto preciso dove avvenne la battaglia.
Alloggiamo all’hotel Los Caneyes; caney è il nome della tipica casa indigena caraibica fatta con canne e foglie di palme, a forma circolare. Le stanze dell’albergo sono nei bungalow costruiti sul modello dei caney; le sei stanze di cui è costituito ciascun bungalow sono disposte a circolo e le porte danno tutte su di un patio centrale scoperto in cui c'è della vegetazione.

start prev next end