Varadero

1 dicembre 1993, mercoledì

623Ultima mezza giornata cubana; questo pomeriggio alle 17.30 si parte dall'albergo per l'aeroporto dove abbiamo il volo alle 20.00. Sfruttiamo al massimo le ultime carte; mare, piscina, animazione con beach volley e scuola di ballo.
La cosa che più mi ha colpito in questo breve soggiorno cubano è stata la capacita che hanno gli abitanti del luogo di esprimersi con il ballo; si muovono in modo armonico esaltando così semplici ritmi quali salsa, merengue e cha cha cha. Per noi il ballo è stato un vero… sballo; nelle discoteche o, in questi ultimi giorni qui a Varadero, alle lezioni pomeridiane abbiamo ballato molto insieme ai locali.
Dopo aver depredato l'ennesima palma dei suoi gustosissimi frutti partiamo in pullman per l'aeroporto e dopo le operazioni di rito scopriamo che l'aereo partirà con più di un'ora di ritardo alle 21.40 circa. Facciamo un rapido giro al duty free giusto per costatarne la povertà di prodotti rispetto a quelli europei e non.
Partiamo alle 21.45; la rotta, rispetto all'andata, sarà diversa. Si taglierà subito per l'Atlantico passando sopra le Bermuda per raggiungere l'Europa a nord della Francia, nella Bretagna, da dove si farà rotta per Milano. La scelta di una rotta anziché un'altra è dovuta alla ricerca di correnti d'aria in quota favorevoli; in questo periodo questa è la rotta più economica. E’ previsto un tempo di volo netto di 9 ore contro le 11 dell'andata con un risparmio di carburante di 10 tonnellate. Altro fattore di economicità di volo è l'altezza a cui si va; più si sale e più si risparmia carburante. In questo momento ci troviamo su una rotta molto affollata perché coincidente con quella che collega il Nord al Sud America e ci è state assegnato una quota di 10000 mt; più avanti, quando saremo in pieno oceano, forse ci faranno salire a 11000 mt o più. Informazioni gentilmente forniteci dal loquace comandante.
Rispetto all'andata ci sono molti scossoni dovuti a raffiche di vento in quota che però non disturbano più di tanto. Dopo cena e carrellino duty free abbiamo appena il tempo di schiacciare un pisolino che siamo già svegliati per la colazione. Il viaggio di ritorno è stato meno snervante di quello dell'andata; l'atterraggio avviene dopo 9 ore e pochi minuti come previsto.

start prev next end